Skip to content

Cita un libro/3 #ioleggoperché

1 marzo 2015

Questa domenica mi sono lasciata ispirare da Iome, dalla sua alta citazione, e ho ripescato un romanzo che a suo modo parla d’amore (no, non voglio paragonare i due testi!).

Un libro che ho molto amato, che ha solleticato il mio lato romantico e soddisfatto la mia attrazione per la fantascienza, ripercorrendo tappe fondamentali della nostra storia recente.

Continuo il gioco proposto da ‘povna, ora con regole nuove, a sostegno della campagna ioleggoperché, Murasaki sarà il nuovo giudice della settimana.

Annunci
10 commenti leave one →
  1. 1 marzo 2015 22:57

    Accattivante e misteriosa, questa citazione!

    • 1 marzo 2015 23:03

      So di aver citato un autore poco noto, ma con questo gioco ho voglia di condividere libri che penso meritino di esser letti anche se non sono classici o considerati alta letteratura. In questo romanzo c’è un bellissimo intreccio, per nulla banale.

  2. 1 marzo 2015 23:14

    Affascinante, la citazione. Mi segno il libro. E, come dicevo pure da me non c’è letteratura alta o bassa. C’è solo ciò che ci muove la pancia, che ci accende un’emozione

    • 1 marzo 2015 23:30

      Io riconosco che ci sia una differenziazione, chiamiamola anche alta e bassa letteratura, ma a seconda del momento che stiamo vivendo abbiamo bisogni letterari diversi, che vanno rispettati (e questo mi fa venire in mente Pennac e il suo decalogo).
      Ecco, questo è un libro che di pancia mi ha proprio conquistata 🙂

  3. 2 marzo 2015 10:56

    Quanto mi piace Avoledo!!! Il mio preferito è l’elenco telefonico di Atlantide, ma anche questo mi è piaciuto molto. Vedi che sintonia?!😉

    • 2 marzo 2015 11:11

      Ma che piacere questa sintonia 🙂
      L’elenco telefonico è unico, per me poi associato anche a tutta una serie di fatti personali che me lo rendono caro, io che tendo a essere lettrice seriale non mi sono fatta mancare neanche uno dei successivi e tra tutti questo che ho citato è quello che più mi ha affascinato.

  4. 2 marzo 2015 22:53

    Non conosco Avoledo ma questa citazione mi ha molto colpita Wolke.

    • 3 marzo 2015 14:14

      In copertina c’è la frase ‘Quanto lontano sei disposto a spingerti per salvare un amore?’
      Diciamo che noi comuni mortali non potremmo mai fare ciò che fa il protagonista 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: