Skip to content

Morte e vita

20 novembre 2014

Oggi tutto mi parla di morte e di vita.

In realtà ogni giorno parla di vita e di morte solo che oggi tutto è amplificato. Perchè esattamente un anno fa moriva Widepeak.

Morte. Come il giovane papà che proprio oggi è morto, a due mesi dalla diagnosi. Come il carro funebre incrociato solo oggi, per la prima volta, nella strada che faccio oramai da due anni. Come il pensiero fisso per Alessio. Come le parole che non sono ancora riuscita a trovare per dire a mia figlia il perchè della mia tristezza, come se non parlando di morte potessi allontanarla da lei.

Vita. Come l’energia e la calma che ho sentito mentre praticavo Qi Gong. Come l’oca che camminava in mezzo alla strada, ignara di bloccare il traffico e di suscitare l’ilarità di chi guidava. Come un compleanno, da festeggiare con gioia, sempre. Come un gattino che finalmente è riuscito a trovare una via di fuga dopo essere rimasto in trappola per diversi giorni.

Morte e vita, come nella bellissima lettera che Angelo ha scritto per lei.

Annunci
12 commenti leave one →
  1. 21 novembre 2014 07:53

    Ho letto anche tutti i tuoi link. Di Anna e di Alessio. Ma anche della vita di chi è qui.
    E allora, dai, cara, andiamole incontro. ❤

  2. 21 novembre 2014 11:55

    Cercare il bello. Chiudere il brutto in un armadio. Costruirsi una corazza, forse. Per non soccombere al male (molto, tanto) che spesso ci circonda. Che la vita va presa a morsi, a calci. Ma vissuta. E goduta. Fino in fondo. Un bacio, cara. E una carezza leggera, in contrasto coi tuoi pensieri pesanti. Sempre pensato, in fondo, che novembre è un mese crudele

    • 21 novembre 2014 21:40

      Cercare il bello e chiudere il brutto sì. Ma sulla corazza son scettica. Nei momenti in cui mi sento più fragile mi isolo per proteggermi ma poi torno. La vita va vissuta come dici tu, accettando anche il dolore, non solo nostro. Grazie Iome.

  3. Simonetta permalink
    21 novembre 2014 13:06

    Come un compleanno da festeggiare … Già ieri Gabriele avrebbe compiuto 20 anni …

    • 21 novembre 2014 21:43

      Sai che non lo sapevo Simonetta? Son rimasta di sale quando ho letto il tuo commento…

  4. 21 novembre 2014 18:29

    Sono giorni strani e speciali, vita e morte si confondono in quell’onda che Anna ci scrive e ci invita ad accettare. Sorridiamo allora e cerchiamo di comprenderne il mistero e la magia .
    Un abbraccio

  5. 23 novembre 2014 16:40

    Attraverso i tuoi link cho “conosciuto” le persone che hai citato, la loro forza e la loro unicità. E proprio loro direbbero di assaporare la gioia e di non pensare alla morte. Ti abbraccio tanto

    • 28 novembre 2014 11:32

      Penso che tu intenda pensare alla morte in modo cupo e angoscioso, e su questo son d’accordo con te. La tristezza che nasce da una morte recente non si può annullare, è normale che ci sia. In questi giorni comunque ho ripreso a cantare in macchina e questo è un bel segno 🙂 ricambio l’abbraccio!

  6. 13 dicembre 2014 23:03

    E’ difficile pensare alla vita e alla morte allo stesso tempo, ma non c’è niente di così profondamente legato come queste due cose. L’ho imparato in questi anni. E’ un’altalena di sentimenti, altalena che non si ferma mai. E a volte pare che l’onda di energia che provoca questo scambio continuo, faccia quasi scoppiare il cuore. Che puntualmente non scoppia mai, però.
    Io oggi voglio concentrarmi solo sulla vita. E’ questione di sopravvivenza. Non voglio dimenticare la morte che circonda i miei ultimi 20 novembre, ma non posso, non devo soffermarmici. Non adesso. Perchè in certi momenti la vita ci fa deboli, ma chi ci sta attorno – penso a mio figlio – non ci può sorreggere, e siamo costretti, se abbiamo un minimo di buonsenso, a prenderci il diritto di vivere.
    Ti abbraccio!

    • 15 dicembre 2014 11:52

      Mi piace molto la tua riflessione Mamigà, concentrarsi sulla vita: è proprio quello che sto cercando di fare anch’io. È vero i figli, specie se così piccoli non ci possono sorreggere, ma a volte è proprio Issa, con i suoi tentativi di farmi tornare il sorriso a darmi la scossa per ritrovare la serenità 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: