Skip to content

Il codice di Hodgkin

6 luglio 2012

E’ da qualche giorno che ho terminato di leggere il libro di Romina. E’ da qualche giorno che sto cercando di mettere in fila le parole per descrivere le emozioni che ho provato e i pensieri che ho avuto durante la lettura.

Se leggete il suo blog sapete già che ha uno stile unico per descrivere gli eventi, riesce a tratteggiare le situazioni e le persone in un modo che difficilmente si dimentica e soprattutto, e questa è la sua dote migliore, riesce a cogliere in tutto ciò che le accade il lato ironico perché sa che ridere è terapeutico.

Leggere il suo libro mi ha aiutata a tirare le fila della sua storia, i difficili mesi passati prima che le venisse diagnosticato il linfoma di Hodgkin, la fase delle cure e poi il passaggio a neo-sana, come lei lo chiama.

Mi ha colpito la profondità delle sue riflessioni, la sua capacità di introspezione, la sua volontà di trasformare i momenti più difficili in occasioni per sorridere aiutandola a superare tutto il suo percorso di cura.

Nella sua storia ci sono dolori profondi eppure il libro si conclude in un modo che non può che essere un messaggio da condividere con tutti quelli che si trovano ad affrontare un percorso di malattia.

E’ un libro in cui si tocca con mano la sofferenza ma è anche un libro in cui si può sorridere. Anche se si parla di cancro. Non è davvero poco.

Annunci
10 commenti leave one →
  1. rita permalink
    6 luglio 2012 16:28

    Hai tracciato un profilo perfetto cui non vi è nulla da aggiungere. Romina ne sarà felicissima e sì, è veramente un gran bel libro e domani alla presentazione farà un figurone.
    Come ho già detto a Lei, orgogliosa di averla “conosciuta”……orgogliosa di aver conosciuto tutte Voi.
    Un bacione Wolkerina

    • 7 luglio 2012 15:21

      son certa anch’io che la presentazione sarà un successo 🙂
      un bacione a te, cara Rita!

  2. 6 luglio 2012 17:50

    Prendo nota, dopo una presentazione così è necessario metterlo nella lista dei desideri ^_^

  3. Patrizia permalink
    7 luglio 2012 08:04

    E’ veramente un privilegio avere nella propria libreria questi libri…E’ ricchezza umana donata a piene mani, a dimostrazione che la sofferenza a volte ci trasforma, ci plasma, ci rende più affamati di vita. Voi cancer bloggers poi avete questa dote particolare di saper comunicare sentimenti ed emozioni del vissuto in un modo che va dritto al cuore…
    Un abbraccio e buon weekend 😉
    Patrizia VR

    • 7 luglio 2012 15:24

      e il tuo commento è andato dritto dritto al mio cuore!
      buon week end anche a te Patrizia 🙂

  4. 8 luglio 2012 19:59

    Bellissima recensione!Non vedo l’ora di leggere anche io il suo libro…adoro il modo in cui scrive Romina e la reputo una persona straordinaria!Sono contenta di averla conosciuta, anche se solo virtualemente.
    Un abbraccio.

    • 10 luglio 2012 13:33

      Se ti piace il suo blog, Giulia, penso che ti piacerà anche il libro, fammi sapere 🙂

  5. 9 luglio 2012 11:46

    Ma troppo buona, Wolke! Troppo buone tutte voi! Mi inibisco, io…un grazie con le guance tutte rosse!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: