Skip to content

Tutto procede bene

24 maggio 2012

Lunedì, all’arrivo in radioterapia, temo per i giorni a venire. Sala d’attesa stracolma. Televisore ad alto volume sintonizzato su programma becero. Sguardi persi nel vuoto. Clima mesto. Dottori che si alternano nel chiamare i pazienti. Chi con voce tonante e chi con un sussurro. Impossibile leggere. Occorre tendere le orecchie per poter cogliere il proprio nome al di sopra delle voci televisive pagliacce. Io e Luke ci guardiamo perplessi.

Passa un’ora e mezza e finalmente è il mio turno. Entro in una stanza dove al capo di un lettino è posizionato un enorme tubo, e proprio lì sopra qualcuno ha appeso un sole giallo, in cartoncino, con due enormi occhi neri e un grande sorriso. E’ strano come piccoli particolari possano cambiare il colore di uno stato d’animo. Passa la stanchezza, passa lo sconforto e penso che quel sole, lì, sia un bellissimo regalo.

Mi spoglio, mi sistemo nel lettino, controllano che i puntini tatuati siano al posto giusto, mi coprono con una bella coperta e si parte. Per circa 10 minuti ferma immobile. E nonostante dentro il tubo ci sia un gran rumore e sia difficile concentrarsi il tempo scorre veloce.

Al termine un’altra sosta in sala d’attesa: vengo chiamata da un’infermiera gentile che ci spiega tutto ciò che devo o non devo fare per i prossimi giorni di terapia. E’ precisa, sorridente, risponde con calma alle nostre domande e, nonostante per tre volte qualcuno cerchi di insediarsi nella stanza in cui siamo, continua a parlare senza fretta e con precisione. Calma, sorridente e concentrata, bisogna essere davvero professionali e in gamba per non farsi turbare dai ritardi: esco dall’ospedale serena e fiduciosa.

Nei giorni successivi non è più capitato di dover aspettare a lungo, il tifo funziona 🙂

Annunci
24 commenti leave one →
  1. iltopovolante permalink
    24 maggio 2012 16:10

    Bene,questa lunga strada sta prendendo un andamento piu “morbido” e ne sono davvero contenta!certo e’ che se tu nn fossi la donna coraggiosa e strong che sei le cose forse…ma il punto e’ che tu lo sei:-)
    Ps.ti aspetto nel mio blog molto piu fotografico:-)
    Cla

    • 25 maggio 2012 16:17

      Mi piace molto il tuo blog fotografico, quando poi fotografi il cielo mi fai impazzire 🙂
      P.S. non penso davvero di essere più coraggiosa di altre..

  2. Patrizia permalink
    24 maggio 2012 16:20

    E vvi va!!!!!!!

  3. ladysmith81 permalink
    24 maggio 2012 16:23

    Grande! il non dover aspettare in ospedale è già tanto! 🙂

    • 25 maggio 2012 16:19

      puoi dirlo lady, soprattutto quando è impossibile leggere o ascoltare musica con le cuffiette!

  4. rita permalink
    24 maggio 2012 16:52

    La “partenza” non è stata delle migliori e non presagiva nulla di buono…poi….noi ultras, ci siamo concentrate meglio (abbi pazienza, il lunedì ci vuole un attimo in più a carburare…) e tutto è andato per il meglio….sciocchezze a parte, serena e fiduciosa sempre, mi raccomando. Un bacione

    • 25 maggio 2012 16:20

      Direi che state andando più che bene, anche oggi è filata liscia 🙂 grassie!

  5. Patrizia permalink
    24 maggio 2012 18:40

    E’ proprio vero che a volte basta poco per cambiare le nostre sensazioni negative… Un pò di sorriso, un pò di pazienza e un pò di attenzione e tutto diventa più facile!
    Sempre very strong mi raccomando 🙂
    Baci baci
    Patrizia VR

    • 25 maggio 2012 16:27

      per fortuna sì, Patrizia, a volte basta proprio poco come quel sole nella stanza della terapia. Se poi aggiungiamo sorrisi, pazienza e attenzione (che proprio poco non sono) si arriva al massimo 🙂

  6. widepeak permalink
    24 maggio 2012 20:43

    per non parlare delle ola!!!
    🙂

  7. 24 maggio 2012 21:06

    Il tifo continua, silenzioso magari ma c’è!!!!!!

  8. 25 maggio 2012 07:31

    Sono contenta cara, chissà che i nosti pensieri siano davvero serviti?
    Un abbraccione

    • 25 maggio 2012 16:31

      io credo di sì, cara maude, mi piace pensarlo, mi fa bene pensarlo 🙂 un abbraccio a te

  9. 25 maggio 2012 16:18

    Forza, sono contenta che stia andando bene, poi mi piace il fatto che racconti il tutto con estrema tranquillità. Grande!!!

  10. Isabella permalink
    27 maggio 2012 17:07

    Che bello sono davvero contenta per te e la tua bella famiglia…l’essere così serena e positiva può solo giovare alla tua salute …e poi sei così attenta ad ogni minimo particolare….allora esistono le persone come te! Io spesso sono circondata da persone che mentre parli pensano ad altro o sono concentrate solo su se stesse…buona continuazione!

    • 28 maggio 2012 16:09

      Grazie Isabella ma non mi merito queste lodi: a volte sono attentissima ai particolari più insignificanti ma spesso non noto cose molto evidenti!

  11. 27 maggio 2012 23:18

    I tempi di attesa quando c’è da parlare con i medici sono sempre lunghetti, ma per le terapie di solito sono molto puntuali.
    Le ragazze del reparto sono veri angeli, sono contenta che tu ti sia trovata bene!

    • 28 maggio 2012 16:12

      Sì, mi sto trovando davvero bene, continuano ad essere puntuali e sempre gentili, cosa volere di più? Un’esperienza completamente diversa rispetto all’altro reparto..

  12. anna lucia permalink
    28 maggio 2012 15:16

    Forza io ti leggo sempre anche se non commento .sei molto brava io sono un po’ giù…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: