Skip to content

Giorno perfetto

2 novembre 2011

Ieri.
Ieri è stato un giorno perfetto.
Ieri mattina, a quasi due mesi dall’intervento, ho preso in braccio Issa! No, non mi sono azzardata a sollevarla. Abbiamo usato la nostra tecnica: lei in piedi sul letto e io l’ho presa. Le ho insegnato a stringersi forte con le gambine e in questo modo siamo riuscite ad andare a spasso insieme. Pochi minuti, eh, ma.. ho preso in braccio Issa!!

Siamo stati anche al parco ieri.
Io, Issa e Luke. C’era il sole, c’erano tanti bimbi, tante famiglie e c’eravamo anche noi. La mia prima vera uscita dopo 20 giorni..

E la sera abbiamo giocato a nascondino. Dopo tanti tentativi sembrava che Issa avesse capito che quando è nascosta e chi la cerca dice “dove sei?” non bisogna rispondere “sono ta”..

Io: “adesso chi si nasconde?”
Issa: “io“, e corre verso il salotto ridendo e gridando: “io mi nacondo deto la poltona”!!!

Questo è il post che ho scritto stamattina presto nella mia agendina.
Poi a mezzogiorno ho aperto il blog, ho letto i commenti e ho scoperto questo e questo.

Sì, ieri è stato un giorno perfetto perché pieno di vita e di traguardi raggiunti.

Oggi non c’è il sole, non ho raggiunto nessun traguardo, ma è un giorno altrettanto bello perché, rubando le parole a widepeak “la bellezza di questa vita risvegliata a forza dalla malattia è che accoglie tutto. o almeno ci prova.”

La malattia e la morte. Vorremmo nasconderle e pensare che non esistano. Però ci sono. E ci sono anche genitori che lottano ogni giorno accanto al proprio figlio malato.

Non voltiamo la testa dall’altra parte.

Annunci
33 commenti leave one →
  1. utente anonimo permalink
    2 novembre 2011 15:30

    bellissime parole e sono stata davvero davvero davvero felice di leggerle, mi rendi sempre un po' più leggera! grazie!
    un abbraccio caldo caldo
    Silvia

  2. 2 novembre 2011 16:33

    Cara che trottolina io mi nacondo deto la poltrona!!
    Hai ragione, la lotta di questi genitori ha veramente del titanico, non so dove trovano la forza, io so già che non l'avrei.
    Un abbraccio stellina

  3. utente anonimo permalink
    2 novembre 2011 16:58

    Ciao Wolkerina,
    anche oggi sono passata di qua e sapere che va ogni giorno meglio mi rallegra.
    Ho letto i post inseriti e devo dire che si commentano da soli.
    Un abbraccio.
    Claudia

  4. utente anonimo permalink
    2 novembre 2011 17:14

    Pensa un po…..un "traguardo" prendere in braccio la Tua piccola, con tutti gli accorgimenti del caso, quando dovrebbe essere la cosa più semplice e naturale di questo mondo….Al di là di come e quando ci sei arrivata, l'importante è che finalmente hai riassaporato l'emozione di poterlo fare….
    Vedi come è coscienziosa la Tua piccolina? Anche quando si nasconde, Ti dice dov'è….così Tu non Ti preoccupi…Che dolce!

    Genitori che soffrono per la perdita di un figlio……nella mia quotidianità, l'amica del cuore ha perso la figlia, 33 anni, un anno fa circa….straziante….
    il dolore è indicibile e insopportabile…
    Aggiungo al mio abbraccio un tenero baciotto. Rita.

  5. utente anonimo permalink
    2 novembre 2011 17:14

    Sono felicissima, dal tuo post sprizzi gioia e felicità. e vai!!!!!!!!!!!!. In fondo la vita regala anche momenti belli, bellissimi direi, perchè sono frutto di dolore, paura. Goditi Issa e Sky, sorridi. Ciao Wolkerina, ciao stellina a presto Raffaella

  6. 2 novembre 2011 17:19

    Quanto mi piace leggerti così, sapre che stai apprezzando i piccoli traguardi e assaporando la perfezione di una giornata, cosa che molto spesso nella fretta di fare tante cose non riusciamo a fare. Un abbraccio, cara.

  7. utente anonimo permalink
    2 novembre 2011 17:37

    Che belle parole che hai scritto.
    E deve essere bellissimo riuscire a prendere in braccio la tua bimba.
    Un abbraccio
    Rara

  8. utente anonimo permalink
    2 novembre 2011 17:38

    Cara Wolkerina, come ogni madre (e soprattutto) ogni madre che ha incontrato la malattia sul suo cammino sei in grado di cogliere e vivere nel profondo le emozioni più semplici che sono anche le più autentiche. Abbraccia forte forte la tua Issa per me…..lo faccio ancora io con la mia ragazza di 16 anni e il mio maschietto di 10 oltrechè con il mio super cane Tobia….abbracciala più che puoi perchè ci sono gesti che sanno comunicare più e meglio delle parole….
    Anch'io abbraccio te carissima e ti invio un pensiero speciale
    La dottoressaGiò

  9. 2 novembre 2011 18:16

    Hai ragione, giorni così sono perfetti. Mi hai fatto commuovere. Smack
    Giorgia

  10. 2 novembre 2011 18:34

    esistono le malattie e la morte, ma di fronte ai giorni perfetti tutto sembra più lieve, ai momenti d'oro passati con la famiglia, tutto passa in secondo ordine

  11. 2 novembre 2011 21:55

    ciao, piacere di conoscerti. Mamma di bambina volata in cielo ormai 8 anni fa, chemio e trapianto di midollo, aveva 5 mesi. e ci sono anche io oggi  
    http://www.mammadifretta.com/2011/11/cure-palliative-pediatriche.html, hai tanta forza , si legge dalle parole, la forza di noi genitori non è maggiore di quella tua che lotti ogni giorno per tua figlia. un grande grandissimo abbraccio. Con affetto. Sincero.

  12. 2 novembre 2011 23:51

    Silvia: 🙂

    Maude: certo che l’avresti, pare impossibile dal di fuori ma quando ci sei in mezzo le forze le trovi, se non altro proprio per i tuoi figli. Ecco perché mi sembra un’iniziativa bellissima quella di White B. far entrare in comunicazione due realtà che non hanno modo o voglia o possibilità di incontrarsi

    Claudia: :-*

    Rita: dici bene, è stata un’emozione grandissima! Mi dispiace molto per la tua amica e per te, un abbraccio forte forte (ora riesco quasi a farli ..)

    Raffaella: i momenti belli son veramente tanti, riuscire a coglierli è la sfida. A presto!

    Rosie: grazie cara, spero di mantenerla a lungo questa nuova  capacità! Un abbraccio

    Rara: sì, non ci sono parole per descriverlo!

    DottoressaGiò: spero davvero di saper sempre gioire delle emozioni più semplici. Grazie davvero per le tue parole, mi hanno fatto molto piacere. Un abbraccio

    Giorgia: un bacione

    Ziacris: forse proprio grazie alle riflessioni sulla malattia e sulla morte sto imparando la lievità e a trovare i giorni perfetti.

    Mammadifretta: il piacere è mio! ho letto la tua storia, ho letto il tuo commento da WhiteB e non posso che ammirarti. Ricambio di cuore l’abbraccio e mi dispiace che sia solo virtuale.

  13. 3 novembre 2011 00:50

    Io ho trovato qui la serata perfetta!
    Non sono malata (a parte un molesto raffreddore ed un dolorino ad un gomito, che non fanno testo), non ho figli piccoli nè malati, ma nellla malattia e nella sofferenza ci sono passata, accorgendomi di quanta paura suscitasse negli altri, quanto evitavano di essere la mio fianco per paura di esserne contagiati e leggere queste storie mi riempie il cuore di coraggio, mi dà forza, mi sprona a condividere la mia fortuna attuale e la mia passata esperienza  con chi ora è in difficoltà.
    Queste sono le cose davvero importanti per cui vale la pena di darsi le mani d'attorno. Così si va avanti, senza voltare la testa dall'altra parte!
    Buona notte!

  14. utente anonimo permalink
    3 novembre 2011 00:57

    No, non voltiamo la testa… Io, per il mio lavoro, non potrei anche se volessi: ho visto tanti bambini che soffrono, e i genitori con loro-per loro-più di loro. Ma vedo per fortuna anche tanti bambini felici. È la vita e va accolta tutta, non si può scegliere. Si può restare in superficie , e forse si soffre meno ma sicuramente si è anche meno felici…oppure ci si può immergere e piangere-ridere-amare, insomma vivere. A volte ci sembra di non poter scegliere , ci troviamo davanti ostacoli che volentieri avremmo evitato
    , ma comunque possiamo scegliere come affrontarli. Viva i giorni perfetti , viva anche i giorni imperfetti ma vissuti nel miglior modo possibile. Un abbraccio
    Samantha

  15. 3 novembre 2011 08:43

    Che belli i giorni perfetti!!!! Sono davvero contenta di sentirti così: serena e positiva!
    Bellissima l'iniziativa che ci hai segnalato. E' vero, chi sta bene ha paura di avvicinarsi al dolore…come se fosse contagioso…
    un abbraccio
    Vale

  16. 3 novembre 2011 08:59

    Hai ragione cara, alla fine la forza si trova e tu ne sei la dimostrazione, questo post dimostra quanto sei grande.
    Buona giornata

  17. 3 novembre 2011 10:32

    dovresti metterci un avvertimento a certi post, sennò poi uno si ritrova a piangere a catinelle il secondo giorno di lavoro.
    un abbraccio a te e a quella bella patatella di issa. e tanta forza per tutti quelli che hanno un figlio malato, la cosa più dura da dover affrontare in assoluto. me lo ripeto spessissimo…

  18. utente anonimo permalink
    3 novembre 2011 15:27

    La tua sensibilità mi emoziona, la tua serenità mi rende felice, le tue segnalazioni mi incuriosiscono e mi portano a conoscere altre  persone speciali…grazie!!
    Un saluto
    olga

  19. utente anonimo permalink
    3 novembre 2011 15:35

    sei una persona speciale!
    un abbraccio a te e alla tua piccola Issa.
    cenerentola

  20. utente anonimo permalink
    3 novembre 2011 15:38

    ciao wolkerina!
    sono felice di sapere che avete passato una giornata tranquilla tutti insieme, il primo di tanti momenti felici.
    Hai una grandissima sensibilità e tua figlia è fortunata ad avere una mamma come te, una mamma capace di godere di ogni minima gioia.
    E tu sei fortunata ad avere quella bimba tenera.
    Quando i miei figli erano piccoli come la tua ora, io ho perso tanto tempo a preoccuparmi di stupidaggini e a scivolare nel baratro della depressione.
    Non avevo capito che bisogna cogliere al volo le piccole gioie senza preoccuparsi dei massimi sistemi o di tutti i guai che ci potrebbero capitare nel corso della vita, perchè la vita è qui ed ora. il futuro non ci appartiene, non lo possiamo prevedere, non lo possiamo modificare e non possiamo prepararci a ciò che succederà.
    vorrei darti un cosiglio: goditi più che puoi l'infanzia di tua figlia. Anche se adesso non ti sembrerà possibile,credimi, dura pochissimo e guardare la vita insieme ai bambini e con i loro occhi è la più grande risorsa emotiva che potrai portare sempre con te.
    Ti abbraccio
    Maria (quella anonima!)

  21. utente anonimo permalink
    3 novembre 2011 16:32

    Ciao Wolkerina….non so se oggi sia un giorno perfetto, forse la quotidianità, in fondo, non lo è……..che sia almeno sereno, che la mente sia un po più "leggera", sgombra da pensieri ombrosi, che non ci siano doloretti, di nessuna sorte…che la piccola Issa stia bene, che il Tuo compagno sia di buon umore…….che Ti arrivi il pensiero di chi impara a volerTi bene, ogni giorno un po di più…..tante piccole-grandi cose, del nostro piccolo mondo, che non sarà perfetto, ma è nostro e a noi ci piace così……
    Mi è arrivato il Tuo abbraccio forte forte e me lo sono preso tutto…
    Buona serata (qui piovicchia!!).
    Rita

  22. 3 novembre 2011 20:30

    Ciao tesoro, spero che anche oggi sia stato un giorno perfetto per te e Issa.
    un abbraccio, tigli&gelsominO

  23. 3 novembre 2011 23:32

    delphine: anche tu colpita dalla sindrome del contagio.. 😦
    mi fa piacere leggere che questa sia la tua nuova filosofia di vita.. un abbraccio e buonanotte!

    samantha: son fortunati quei bimbi e quei genitori che hanno accanto persone come te! Hai colto in pieno quel che volevo dire. ricambio l'abbraccio

    vale: cambieranno mai le cose?

    maude :-*

    wide: già, per quanto sia difficile quanto stiamo vivendo non è neanche lontanamente paragonabile all'avere i nostri figli malati..

    olga: grazie, sei proprio cara!

    cenerentola: :-*

    maria: quando soffri di depressione è ben difficile riuscire a vedere il mondo e quanto ti accade nella giusta prospettiva. credimi, non chiedo di meglio che potermi godere l'infanzia di Issa..

    rita: un augurio bellissimo il tuo, che si è anche realizzato! son d'accordo con te, anche i giorni non perfetti ci piacciono! un abbraccio

    tigli: non è stato perfetto ma è stato bello ugualmente 🙂

  24. utente anonimo permalink
    4 novembre 2011 08:43

    Buongiorno Wolkerina,
    spero che oggi sia un giorno perfetto. Per me lo è, e di qs voglio ringraziarti perchè leggendoti mi hai trasmesso un pò della tua forza e della tua serenità. Pensando a te ieri ho accompagnato il mio compagno al controllo dal neurologo (soffre di una malformazione cerebrale genetica al momento silente) e tutto è andato bene. Prox controllo tra un anno in assenza di sintomi. Di nuovo grazie e ti abbraccio un pò più forte del solito perchè da quanto ho capito adesso è possibile farlo.
    Baci ad Issa anche dal mio naccherino.
    Claudia
    P.S. ho deciso di provare ad avvicinarmi ai chakras, un pò "matta" di mio lo sono, che dici lo diventerò di più?

  25. utente anonimo permalink
    4 novembre 2011 11:17

    Ciao Wolkerina,
    Rubo due minuti al lavoro per entrare, leggere il tuo bellissimo post ed anche i commenti, alcuni dei quali sono altrettanto belli.
    Le giornate perfette esistono è vero, anche nei periodi di massima tempesta: forse ci mettiamo un po' di tempo a capirlo, ma con l'esperienza (ora che sono vicino agli -anta), ci si rende conto che la felicità quella vera è fatta di attimi, di piccole cose, che dobbiamo saper assaporare ed apprezzare volta per volta.
    Con gli anni ho pure capito che non c'è niente di paragonabile allo sguardo di un bambino, e se te lo dico io che purtroppo non sono madre …
    Godetevi i vostri figli, davvero, non c'è niente nella vita che meriti altrettanto.
    Ti auguro una buona giornata.
    Luce Rossa da Empoli

  26. 4 novembre 2011 14:12

    Grazie. 

  27. utente anonimo permalink
    4 novembre 2011 15:46

    Ciao Wolkerina!
    Passo per un saluto.
    Rara

  28. 4 novembre 2011 16:44

    Buongiorno Wolky. Sei sempre fantastica, e riesci a strappare lacrimucce a una vecchietta molto piagnona come me.
    Ti abbraccio, e ti auguro miliardi di splendidi giorni perfetti, o anche solo normali.
    Milva che latita, latita, latita

  29. 4 novembre 2011 18:14

    siamo così felici di questo nostro incontro..
    white b

  30. 4 novembre 2011 21:13

    Coccole calde e zuccherose a te mamma splendida e ad Issa bimba dolce dolciotta.
    Nel cuore
    B.

  31. 4 novembre 2011 22:38

    claudia: son davvero felice se un po’ ti ho aiutato e son felicissima che ieri sia andato tutto bene!! Ricambio l’abbraccio e tanti bacetti al tuo naccherino

    luceRossa: che dire.. mi fa davvero piacere che hai rubato i 2 minuti al lavoro per condividere le tue riflessioni J ..  le condivido in pieno!!

    mammaimperfetta: grazie a te.. ho finito proprio oggi cosmetica dell’assassino.. Geniale!

    milva: grazie cara milva, sei un tesoro! auguro anche a te infiniti giorni da godersi a pieno, un abbraccio

    white: non quanto me..

    corrihard: grazie! .. sono in attesa di nuovi post..

  32. 5 novembre 2011 07:56

    Piano piano si ritorna alla vita… e di giornate perfette ce ne saranno altre… Abbracci

  33. 5 novembre 2011 11:45

    innoallavita: ne son certa. le giornate perfette ci stanno aspettando, sia a me che a te. un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: