Skip to content

Come una funambola

17 settembre 2011

In questi giorni di convalescenza ho ordinato su la Feltrinelli online e poi subito letto il libro "Come una funambola. Dieci anni in equilibrio sul cancro" di Giorgia Biasini.
E' un libro molto bello che ho letto tutto d'un fiato, per poi rileggerlo e sottolineare alcuni passaggi e prendere appunti. Nel libro Giorgia descrive le due battaglie che ha affrontato e vinto, i suoi dieci anni in equilibrio sul cancro. La prima battaglia contro il cancro al seno che l'ha colpita nel 1999 e la seconda contro la metastasi epatica comparsa sei anni dopo.
Con un linguaggio scorrevole, ricco di dialoghi, e pieno di immagini di vita quotidiana viene evocata non solo la sofferenza, la rabbia e le difficoltà incontrate ma anche l'amore e il sostegno ricevuto. Traspare anche il coraggio ed emerge, chiara, la sua capacità di andare oltre.
La malattia infatti può annientare o può risvegliare lo spirito guerriero. Può rendere passivi o protagonisti attivi della propria guarigione. Giorgia ha dimostrato di essere non solo una combattente ma anche una protagonista attiva, che ha cercato di trovare dentro sè le ragioni di quanto le è accaduto. Non per colpevolizzarsi ma per favorire la guarigione tramite una crescita personale. Questa ricerca l'ha portata ad avvalersi oltre che della medicina tradizionale anche di aiuti complementari, scelti e usati sempre con spirito critico.

E' dunque anche un libro pieno di speranza, che emoziona e appassiona.
Mi è molto piaciuta l'immagine della funambola, di chi ha combattutto e vinto le sue battaglie ma rimane consapevole del rischio che nessuno più potrà togliere, e allora ci si ritrova sì a camminare nel vuoto, in bilico, ma consapevoli che la possibilità di arrivare passo dopo passo dall'altra parte è reale.

E' un libro che consiglio a chi sta affrontando la sua battaglia, a chi "funamboleggia" ma anche un libro per chi si trova dall'altro lato della barricata perchè ci sono bellissimi esempi di quanto un buon rapporto medico paziente sia essenziale (e chissà che qualcuno non ne tragga giovamento..). E' un libro infine per chi la malattia non l'ha incontrata ma desidera comunque capire e conoscere questa realtà.

Durante la lettura ho avuto la necessità di mandare a Giorgia una mail, così di getto, senza tante riflessioni perchè più andavo avanti e più trovavo delle assonanze con la mia storia.  A volte delle somiglianze banali a volte più atipiche (quante sono le donne che si sono messe a leggere "donne che corrono con i lupi" durante la loro battaglia?) come se, al di là delle molte differenze la storia si ripetesse, va da sè che mi auguro la stessa forza e lo stesso finale..

Annunci
11 commenti leave one →
  1. 18 settembre 2011 12:30

    Ti mando un abbraccione grande grande, come ti senti oggi? hai ancora dolore?
    Ti ho "conosciuta" tramite il blog di Anna Lisa. Io ho due bambini, uno di 5 anni ed una di 17 mesi, ed una patologia che per ora se ne stà lì ferma ferma.. I bambini meno male sono la nostra forza, la nostra medicina più potente.
    Un bacio
    Elena

  2. 18 settembre 2011 15:13

    Cara Elena, un grande grandissimo abbraccio anche a te! sento che le forze pian piano mi stan tornando e per fortuna non sento dolore.  Eh, sì son proprio una medicina, un bacio ai tuoi tesori!

  3. utente anonimo permalink
    18 settembre 2011 22:37

    Mi hai fatto venir voglia di leggere questo libro e ho anche  voglia di consigliarlo ad una mia amica che sta affrontando la battaglia ma ha scelto il silenzio e l'isolamento. Ti  ammiro molto per la forza con cui stai vivendo questo momento di sofferenza e per la voglia di far capire  che ci si può aiutare condividendo "l'avventura" con gli  altri.
    Buona guarigione e un bacione alla tua bimba,
    Con affetto
    Olga

  4. 19 settembre 2011 13:52

    grazie cara Olga! son certa che alla tua amica può esser davvero d'aiuto: condividere, conoscere storie di donne che hanno affrontato la stessa battaglia rende il percorso da fare meno amaro e doloroso. Sapere di non essere sole (al di là dell'affetto che possono darti familiari e amici) è estremamente benefico, io mi son accorta sorrido molto più spesso!
    un abbraccio

  5. 19 settembre 2011 15:17

    E' davvero un libro che merita, quello di Giorgia, e ricordo con piacere il sorriso della mia oncologa l'anno scorso quando gliene lasciai alcune copie da dare in lettura a qualche paziente.
    Lei mi disse subito che sapeva già a chi darlo, e mi ricordo di aver provato davverio gioia nel poter lasciare "girare" parole che aiutano molto l'anima….

  6. 19 settembre 2011 16:13

    Grazie mille per questa bella recensione, sono felice che in qualche modo il mio libro ti stia aiutando. In bocca al lupo, amica funambola : )

  7. 19 settembre 2011 17:04

    Cara Camden proprio una bella idea la tua, penso proprio che la copierò!

    Crepi il lupo, cara Giorgia! Si, mi ha aiutato e son certa che può aiutare per questo quindi spero che che arrivi presto un editore in modo che abbia maggior diffusione!

  8. 19 settembre 2011 21:05

    Cara, ti leggo con grande piacere. C’è una bella luce nelle tue parole. Però che fatica leggere quel corsivo! Forse sto diventando presbite e la cosa mi innervosisce. Sì deve essere questo….mannaggia! Rosita

  9. utente anonimo permalink
    20 settembre 2011 16:43

    Ciao carissima.
    Spero che Tu riprenda giorno per giorno le forze, in modo da poter ritornare quanto prima alla tua quotidiana routine.
    Mando un abbraccio a Te e un bacino alla Tua piccola Issa.

    P.S.: hai perfettamente ragione: libri come quello di Giorgia (che non ho letto ma conterei di farlo…) dovrebbero avere canali di distribuzione più accessibili, per tutti i motivi che hai spiegato benissimo nel Tuo post.

  10. utente anonimo permalink
    20 settembre 2011 16:58

    Scusa. sono #9 e sono distratta! Rita

  11. 20 settembre 2011 21:11

    Urca Rosita, cercherò di non usarlo più!! grazie per le tue parole 🙂

    Si, cara Rita, speriamo che presto le cose cambino! e sì, le forze stan tornando, pian piano ma tornano. un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: